Il 15 ottobre 1936, la Maison “Veuve de Philippe Hüther” cede il Marchio “The Tudor”, creato nel 1926, a Hans Wilsdorf che aveva avuto l’intuizione di creare un orologio, meno costoso, ma altrettanto affidable del Rolex per un target specifico. Nello stesso periodo sui quadranti degli orologi appare la rosa della dinastia dei Tudor. Questo logo, inserito in uno scudo, simboleggia l’invincibile unione della forza, la robustezza dell’orologio, con la grazia, la bellezza delle sue linee.
Finita la Seconda Guerra Mondiale Hans Wilsdorf da impulso al Marchio e gli conferisce un’identità tutta sua. È così che, il 6 marzo 1946, fonda la società “Montres TUDOR S.A.”, specializzata in modelli da uomo e da donna. Le caratteristiche tecniche, estetiche e funzionali saranno garantite da Rolex, così come la distribuzione e il servizio post-vendita.
Da allora Tudor si presenta con i suoi modelli al mercato esaltandone la robustezza e l’affidabilità.
Nel 1954 esce il primo SUBMARNER, che diventerà l’orologio subacqueo per eccellenza, fino ad arrivare all’odierno Tudor Heritage Black Bay.